FORMAZIONE


Per insegnanti di Yoga Metodo Satyananda

La formazione consiste in un percorso di 800 ore di lezione comprendenti: frequenza settimanale ai corsi di Yoga, periodi residenziali, studio a casa, interrogazioni scritte ed orali, tesi, esame finale, tirocinio e prosegue con corsi di specializzazione e di aggiornamento.

Il programma viene svolto secondo le indicazioni della Bihar School of Yoga di Munger, l'E.Y.T.F. (European Yoga Teachers Fellowship), la S.Y.A.E (Accademia Europea Satyananda Yoga) e sotto la direttiva personale di Paramahamsa Niranjanananda Saraswati.

La formazione risponde ai requisiti definiti dalla norma UNI relativa alla regolamentazione della figura professionale dell'insegnante di Yoga.


Per Docenti di Scuole Pubbliche e Private di ogni ordine e grado

La formazione, graduale e progressiva, viene adattata alle esigenze dei docenti della Scuola richiedente.


Per Educatori Professionali, Operatori Sanitari e Volontari

La formazione si svolge in connessione con le Agenzie riconosciute dalla Regione Piemonte


Swami Ishananda Saraswati

Swami Ishananda Saraswati si avvicina allo Yoga nel 1979 attraverso gli insegnamenti di Swami Satyananda Saraswati fondatore della Bihar School of Yoga di Munger, India.

Nel 1982 Incontra Swami Satyananda, viene accettata come sua discepola e riceve direttamente da Lui l'indicazione di insegnare Yoga.

La sua prima esperienza di insegnamento risale al 1983 e continua tuttora, affiancata dalla pratica personale e da frequenti soggiorni nell'Ashram della Bihar School of Yoga dove approfondisce la sua formazione e dove trova fonte di continua ispirazione per progredire nella sua evoluzione spirituale.

Negli anni '80 e '90 estende il suo insegnamento in differenti ambiti della società: nei centri socioterapeutici che ospitano persone portatrici di handicap sensoriale, motorio e cognitivo, nel reparto geriatrico dell'Ospedale Psichiatrico di Collegno, nel padiglione dei detenuti, maschili e femminili, con AIDS conclamata, nelle comunità di riabilitazione dalle sostanze psicoattive. Le esperienze maturate in questi ambiti le permettono di ideare il metodo di “Yoga Passivo” per consentire di praticare Yoga a persone non autosufficienti e di scrivere il libro “Teoria e prassi di intervento nella riabilitazione dalle dipendenze”.

Nel 1992 fonda la Scuola Kalpa Vriksha Satyananda a Piossasco e nel 2001 il Centro Kalpa Vriksha Niranjanananda a Torino, dedicando la sua vita alla diffusione dello Yoga e al servizio della missione del suo Guru.

Oltre a trasmettere gli insegnamenti a gruppi di studenti sempre più numerosi, nel 1995 inizia il primo corso di formazione per insegnanti secondo gli standard formativi della Bihar School of Yoga.

Nel 1995 riceve da Swami Satyananda l'iniziazione a Purna Sannyasin, riconfermata nel 2000 da Swami Niranjanananda.

Nel 2003 è nominata Consigliere dell'Accademia Europea del Satyananda Yoga e, dal 2006, è membro del Dipartimento Educativo della Bihar Yoga Bharati (Università di Scienze Yogiche Applicate di Munger, India).

Ha partecipato alla stesura della Norma UNI riferita alla professione non regolamentata dell'Insegnante di Yoga.

Swami Ishananda è fonte di ispirazione per studenti, ricercatori spirituali ed insegnanti di Yoga ed è un esempio per chi vuole integrare lo stile di vita yogico e la tradizione Sannyasa alla vita familiare e lavorativa di un occidentale.